Emirati: l’arredamento italiano cerca espansione nel Golfo

Sono quaranta le aziende italiane del settore arredamento abitazione e ufficio sbarcate negli Emirati Arabi Uniti con piani di espansione nel Golfo, in occasione dell’Italian Home & furniture, evento organizzato dalla Camera di Commercio italiana negli Eau.
Il progetto, che si articola lungo un arco di sei mesi, ha vissuto in questi giorni uno dei nodi centrali con incontri bilaterali che si sono svolti a Dubai con imprenditori non solo emiratini, ma provenienti dall’intera regione del Consiglio di Cooperazione del Golfo: Arabia Saudita, Kuwait, Qatar, Bahrein, Eau ed Oman.

Le aziende italiane sono in grado di dare al settore dell’interior design del Consiglio un valore aggiunto: la fedeltà alla qualità della produzione Made in Italy a prezzi competitivi,” ha commentato all’Ansa il segretario generale della Camera di Commercio, Mauro Marzocchi.
Le aziende che hanno aderito al progetto, già presenti in altre realtà internazionali, coprono l’intera gamma dell’interior design, dagli arredamenti alla tappezzeria, dalle decorazioni e i complementi in vetro fino a pavimenti e scale pregiate. Duplice l’offerta stilistica in risposta alle due anime che caratterizzano l’abitare nei Paesi del Golfo, da un lato sontuosamente arabo, dall’altro lineare e funzionale occidentale: una minimale, classica e moderna insieme, l’altra ricca di dettagli e di accessori.
Con esportazioni per un valore di 200 milioni di euro, l’Italia è il secondo partner commerciale degli Eau, ma il volume di affari nell’intera regione del Golfo è in crescita con un robusto giro di affari di oltre sei miliardi di euro.
Arredamento per ufficio Milano
Sei interessato ai mobili per ufficio o ad avere un preventivo o progetto gratuito?

Lascia i tuoi dati per essere ricontattato